Mi chiamo Patrizia e sono nata alla fine degli anni sessanta proprio qui dove mi trovi oggi, qui dove ho trascorso la mia infanzia tra il profumo del prato appena falciato e trattori rombanti, i grappoli d’uva della vigna del nonno e l’odore del mosto quando fermenta…
Mio nonno amava la vigna, mia nonna sognava le api…

Io sognavo di fare la contadina… Ma ho seguito un’altra strada, una strada che doveva portarmi lontano: prima il liceo , poi l’università, facoltà di giurisprudenza, infine il mondo del lavoro, tacchi, tailleur, valigetta, treno, auto e via. Consulenze e formazione, formazione e consulenze, in un ritmo vertiginoso, che mi ha dato sì soddisfazione e mi ha arricchito di tante esperienze, ma non è riuscito a strapparmi al mio sogno del cuore.
Nel 2007, conosco Augusto, apicoltore di vecchia data, che mi porta nel “suo mondo”, mi fa conoscere le sue api: mi innamoro, non di Augusto, ma delle api.
Nel 2008 decido di avere un apiario tutto mio; Augusto mi supporta, mi da le dritte e io imparo… Oggi Augusto non c’è più, ma ogni volta che apro un’arnia penso a lui, all’amore per queste creaturine così piccole, così importanti, che proprio da lui ho imparato a trattare coi guanti di velluto.
Quello è stato il mio primo vero approccio in agricoltura, ma non sapevo dove sarei approdata.
Non sapevo che dai miei innumerevoli viaggi in Francia, dove ho conosciuto la “farine de blé noire” e mi sono estasiata davanti ad una “gallette sarrasin”, sarei arrivata a riprendere la coltivazione del grano saraceno proprio qui nelle nostre valli, dove già un tempo si coltivava, e avrei portato proprio la gallette sarrasin sulla tavola dei piemontesi.
Oggi mi ritrovi qui al Podere Il Grano Nero, il mio posto del cuore, dove sono le mie radici e dove voglio restare per il resto dei miei giorni.
Puoi trovarmi in mezzo ad un campo di Grano Saraceno, intenta a macinarne la farina o a sfornare un pane naturalmente senza glutine o dei profumatissimi biscotti oppure in mezzo alle mie api o ancora nel laboratorio del miele.

Ma se hai voglia di prenotare un tavolo nella mio piccolo agriturismo, il venerdì o il sabato sera, sarò felice di accoglierti, conoscerti, farti assaggiare la mia specialità : la “Galette sarrasin”.
Questo è il mio sogno di bambina, realizzato a piccoli passi, con tanto amore e tanta passione, un sogno in continuo divenire, pronto a prendere nuove forme. Questo è il mio contributo al Pianeta, l’eredità che voglio lasciare, la mia impronta per un mondo resiliente.
Ti aspetto qui, al  Il Grano Nero.

TORNA ALLA HOME